top of page

Emily Dickinson: poesia e meditazione

Le poesie di Emily Dickinson sono un'autentica possibilità di esplorare il mondo delle emozioni e ritrovare la semplicità del contatto con la natura della nostra anima.

Poesia e meditazione sembrano fondersi in un'unica nota armonica che unisce il flusso delle nostre emozioni a quello della Natura e dell'Universo.


Emily Dickinson, per tutta la vita, è stata una viaggiatrice immobile in riva alla vita.


Ogni sua poesia è espressione dell'esperienza meditativa di accogliere il proprio stato d'animo, di osservarlo e poi di lasciarlo andare, proprio come l'alternarsi delle onde del mare o del cambiamento delle stagioni nella Natura.


Nella sua esperienza di vita, tra il 1840 e il 1850, la poetessa ha risposto all'atmosfera esplosiva dell'America durante la guerra civile scrivendo oltre 1.775 poesie.


“Ha preso la via del poeta verso la Pace. . . registrando i passi nelle sue poesie” (Ward, VII).

Il suo uso di immagini sottili, punteggiatura unica ed emozioni le hanno fatto guadagnare un posto tra i poeti più lodati d'America.


Ora, nell'epoca di grande cambiamento storico che stiamo vivendo, in cui ciascuno di noi è chiamato a ricercare un benessere interiore che possa essere un dono prezioso per se stessi e per gli altri, condivido la lettura di questa bellissima poesia "Speranza" che consiglio di leggere nei momenti in cui abbiamo bisogno di innalzare la vibrazione delle emozioni verso uno stato di amore, di fiducia ritrovata nelle infinite possibilità della vita.


La speranza ci insegna a tenere sempre la nostra fiamma accesa, nonostante le avversità.

Solo la nostra luce può illuminare il buio, dare calore e donare la propria energia senza chiedere nulla in cambio.


La "Speranza" è quella cosa piumata -

che si viene a posare sull'anima -

Canta melodie senza parole -

e non smette - mai -


E la senti - dolcissima - nel vento -

E dura deve essere la tempesta -

capace di intimidire il piccolo uccello

che ha dato calore a tanti -


Io l'ho sentito nel paese più gelido -

e sui mari più alieni -

Eppure mai, nemmeno allo stremo,

ho chiesto una briciola - di me.


(Emily Dickinson, 1890)


All rights reserved. Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di Fiorenza Galeotti. Le citazioni o le riproduzioni di brani di opere effettuate nel presente sito Internet hanno esclusivo scopo di critica, discussione e ricerca nei limiti stabiliti dall'art. 70 della Legge 633/1941 sul diritto d'autore, e recano menzione della fonte, del titolo delle opere, dei nomi degli autori e degli altri titolari di diritti.



Comments


Post in evidenza

Post recenti
bottom of page